Saperne di più

Per orientarsi nelle difficoltà legate all’essere donna oggi può essere utile ascoltare una conferenza, leggere un articolo, vedere un film, partecipare a un dibattito.

Anziani e chiusi in casa

In Italia c’è un gran numero di donne e uomini anziani chiusi in casa che vivono da soli e che con la quarantena stanno attraversando un momento molto difficile. Come i più giovani, incontrano un sentimento depressivo e di solitudine, ma più degli altri si chiedono se ci sarà un domani in cui potranno uscire di nuovo a ritrovare la vitalità di prima. Per chi è in età avanzata il pericolo di questo virus è molto più grave, è chiaro sin dalle prime settimane che aggredisce con più virulenza tanto più le persone sono avanti con gli anni. Per  questo le precauzioni e anche la reclusione è opportuno che siano portate avanti più a lungo e con misure più rstrittive. Ma questo non è facile da sopportare e superare sul piano psicologico.

Una sofferenza particolare

Talvolta la difficoltà soggettiva si presenta come un senso di vanità di tutto quello che si fa. Anche una trasmissione televisiva o una lettura, che in altri tempi avrebbe suscitato interesse, ora, a tratti, perde di valore, poiché sorge il dubbio che non ci sia una possibilità futura di condividerla con qualcun altro e ci si chiede cosa lo faccio a fare? Nelle settimane di emergenza acuta si è conosciuta la forte paura di morire o di avere problemi di salute, anche secondari, che, non potendo essere curati, peggiorassero inesorabilmente la qualità della vita, togliendo il valore degli anni a venire.

Molte persone anziane sono sole e hanno una necessità di vita sociale che è un’esigenza fonfamentale. La reclusione e le norme di precauzione fanno apparire molto lontani tutti i conoscenti e fanno temere che non si creeranno occasioni per conoscere nuove persone, instaurare nuovi legami. Più l’età avanza e più i nuovi legami sono fonte di vita, speranza, buonumore, ottimismo.

Per questo l’ inquietudine si presenta con una forte tentazione di uscire, in cerca della vita alla quale poter partecipare.

Cosa ci vuole?

E’ importante sapere che ancora per un poco è necessario resistere alla tentazione di uscire e che l’isolamento è qualcosa di condiviso, una esperienza che stanno facendo tutti, giovani e anziani. Il desiderio di riallacciare i contatti e creare nuovi legami è di tutti, tutti i coetanei stanno vivendo le stesse sensazioni e quando si potrà uscire ci saranno le occasione per incontrare chi ha condiviso le stesse sofferenze e le stesse speranze.

Tra poco verrà il tempo di creare nuove relazioni, per chi ha difficoltà sarà venuto il tempo di scoprire qualcosa di nuovo.


Solitudine e COVID19

• 8 Maggio 2020

Uno dei disagi che si è accentuato  in questo periodo è quello del senso di solitudine. Nell’isolamento forzato di questi mesi, molte hanno fatto esperienza di un primo momento...

Leggi di più

La solitudine positiva

• 11 Aprile 2020

*Una persona può trovarsi relegata in solitudine e non essere capace di stare sola. Allora soffre e soffre tanto. Ma esiste anche quella che chiamiamo solitudine positiva. Molte persone...

Leggi di più

Quando la quarantena ha anche aspetti piacevoli.

• 4 Aprile 2020

Abbiamo sentito tutti in televisione le raccomandazioni sul restare a casa per evitare un’ulteriore diffusione del contagio da Coronavirus. Sappiamo che per molte persone la quarantena e l’isolamento sono...

Leggi di più

Consigli pratici per non deprimersi durante la reclusione.

• 4 Aprile 2020

Il modo in cui si decide di trascorrere la quotidianità può influenzare moltissimo il nostro umore. Siamo tutti obbligati a rimanere in casa in queste settimane e quindi tante...

Leggi di più

Ottimismo e pessimismo

• 30 Dicembre 2019

OTTIMISMO E PESSIMISMO Tutti sappiamo che ci sono persone che tendono a vedere la vita tingendola di rosa e persone che tra le conseguenze prevedibili di un’azione si attendono...

Leggi di più

Essere mamme al tempo della scuola

• 15 Novembre 2019

Alle volte è la scuola che segnala un inciampo lungo il cammino di crescita del proprio figlio. Scuole elementari, medie o superiori si fanno cassa di risonanza dell’insorgenza di...

Leggi di più