Saperne di più

Per orientarsi nelle difficoltà legate all’essere donna oggi può essere utile ascoltare una conferenza, leggere un articolo, vedere un film, partecipare a un dibattito.

Anoressia – L’immagine Padrona

• 31 Marzo 2018 ,

Thinspiration è una nuova definizione che circola nel web. Valorizza uno stile di vita centrato sull’aspirarazione alla magrezza: come dimagrire per avere un corpo magro, quindi perfetto. Thinspiration è in realtà un ritorno, in forma camuffata, di quella che era ed è l’ anoressia, solo che si veste di un nome ingannevole per circolare nel discorso comune senza far troppo stridore.

Quelli che vengono valorizzati come stili di vita “magre e in forma” legittimano i sintomi di un’ anoressia vera e prorpia e ne ricalcano la logica di fondo, più o meno feroce: modificare il proprio aspetto, togliersi di dosso la carne, non mangiare, perdere peso, per poter rientrare in un’immagine ideale esclusivamente centrata su una perfetta magrezza. A quale fine? Confrontarsi con lo specchio e finalmente trionfare. Quello stesso specchio da cui ogni donna anoressica si è sentita tante volte rigettata perché la potenza di un vissuto di indegnità e di inadeguatezza da sempre accompagna l’immagine del suo corpo e fa sì che nello specchio non si veda la sua immagine reale, ma una schifezza: è quello che si chiama dismorfofobia.

Anoressia è stravolgere il proprio aspetto e piegare il corpo alla volontà.

Operazione impossibile: ogni volta qualcosa sfugge.

Perché questo bisogno di controllo e di appropriazione del corpo si tramuta in una condotta di vita così disperata? Perché l’immagine si erige allo specchio al livello di un padrone assoluto? Quali ne sono le cause?

Una premessa vale per ogni essere umano: il nostro corpo ci sfugge per struttura. Fin dalle origini lo abbiamo incontrato solo per il tramite delle parole che coloro che ci erano vicini ci hanno consegnato. Parole esterne ed estranee, mai scelte. Il nostro corpo è sempre fatto delle e dalle parole ricevute. Nella storia delle donne anoressiche non sono state parole cariche di amore, riconoscimento, tolleranza, accoglienza.

Nell’anoressia modificare l’immagine, piegarla ai dettami di un’estetica condivisa e celebrata – cioè la magrezza – è una strategia per afferrare il corpo e strapparlo al modo in cui è stato parlato, descritto commentato. Dimagrire è un tentativo sempre in atto, giorno dopo giorno, chilo dopo chilo, di liberarsi dal dono avvelenato che è il discorso ricevuto. Sbarazzarsi della carne per togliersi dall’ingombro dell’Altro.

Non è un caso che a scatenare questa disperata strategia di sottrazione con sempre maggior frequenza sia l’incontro non più solo con la delusione d’amore ma con il bullismo. Fenomeno che fa presa in quanto crudele cassa di risonanza, inquietante eco di male parole che il soggetto si è già sentito dire, che già si sente addosso.

La thinspiration, l’ anoressia sono strategie per chiudere la bocca e far tacere l’Altro. Manovre fallimentari perché non bastano mai.

Una cura è possibile, esiste un luogo che aiuta a prendere le distanze: è il luogo della psicoterapia. Un luogo dove si lasciano per sempre le vecchie parole e così se ne possono trovare di nuove. Si può finalmente creare un nuovo modo di indossare il proprio corpo. Solo così il discorso ricevuto cade nel silenzio. Finalmente.


Benessere al femminile

• 10 Agosto 2021

Che cosa può fare da ostacolo al raggiungimento del benessere per una donna? È possibile trovare un equilibrio, che metta in armonia con se stesse e con il mondo?...

Leggi di più

Cosa vuol dire essere un’isterica?

• 2 Agosto 2021

La qualifica di isterica accompagna spesso le donne e non è mai un complimento. Oltre che un epiteto popolare, l’isteria è anche una forma di nevrosi, che ha una...

Leggi di più

Il lavoro mi sta esaurendo. Cosa posso fare?

• 20 Maggio 2020

Siamo da tempo entrati in una fase avanzata dell’organizzazione del lavoro in cui i gruppi di lavoro sono sottoposti a una pressione che a volte diventa insopportabile.  Lo smart...

Leggi di più

Solitudine e COVID19

• 8 Maggio 2020

Uno dei disagi che si è accentuato  in questo periodo è quello del senso di solitudine. Nell’isolamento forzato di questi mesi, molte hanno fatto esperienza di un primo momento...

Leggi di più

Anziani e chiusi in casa

• 6 Maggio 2020

In Italia c’è un gran numero di donne e uomini anziani chiusi in casa che vivono da soli e che con la quarantena stanno attraversando un momento molto difficile....

Leggi di più

La solitudine positiva

• 11 Aprile 2020

*Una persona può trovarsi relegata in solitudine e non essere capace di stare sola. Allora soffre e soffre tanto. Ma esiste anche quella che chiamiamo solitudine positiva. Molte persone...

Leggi di più