Saperne di più

Per orientarsi nelle difficoltà legate all’essere donna oggi può essere utile ascoltare una conferenza, leggere un articolo, vedere un film, partecipare a un dibattito.

Ipocondria e coronavirus.

• 23 Marzo 2020 , ,

Ipocondria e coronavirus.

L’ipocondria è la forte preoccupazione di avere una malattia, o anche la convinzione di averla, anche se visite ed esami medico-specialistici hanno escluso la malattia stessa.

Si tratta insomma di una particolare forma di ansia o di paura che riguarda il proprio corpo, nel suo complesso o in qualche sua parte e che fa temere per la propria vita. Si ha cioè una paura ingiustificata di essere malati e di morire.

Alcuni sensazioni o manifestazioni del corpo possono anche essere travisati ed erroneamente interpretati come segnali di una malattia in corso.

In queste settimane di particolare preoccupazione per i contagi da coronavirus è molto probabile che una persona sviluppi delle fobie per la propria salute. Ne abbiamo discusso infatti in un articolo specifico.

Ma è importante sottolineare che alcune persone avevano già avuto preoccupazioni di questo tipo nel corso della propria vita, anche godendo di ottima salute fisica. L’ipocondria può essere estremamente limitante e impedire alla persona di svolgere le attività più importanti: vivere serenamente le giornate con i propri cari, lavorare, praticare sport, avere degli hobby, perfino uscire di casa.

Non parliamo ovviamente di questo periodo di restrizione nelle uscite e nei contatti. Parliamo del fatto che la persona ipocondriaca restringe progressivamente il proprio mondo, i propri pensieri, le proprie attività a causa della paura delle malattie, fino a trascorrere la propria esistenza a fare infiniti approfondimenti medici o a evitare di farli, anche quando sarebbero invece necessari o ragionevoli; questo perché ha la convinzione che verrà riscontrato qualcosa di terribile e inguaribile e ha dunque il terrore di verificare.

Il contagio da coronavirus può essere l’occasione per riaccendere in ciascuno molti tipi di angosce, soprattuto riguardanti il corpo. Chi stava bene fino a un mese fa, può ritrovarsi preoccupato ora, anche se è assolutamente sano.

Ci si può sentire impotenti, piccoli, fragili e smarriti, proprio come dei bambini di fronte al mondo minaccioso, di fronte all’ignoto, a quello che non si può vedere. Attaccabili da tutti e da tutto.

E’ quindi molto importante che chi soffre di questo tipo di angoscia trovi dei professionisti competenti per poter affrontare e risolvere sia le paure più antiche, che quelle più attuali.

Ci siamo per aiutarti!


La solitudine positiva

• 11 Aprile 2020

*Una persona può trovarsi relegata in solitudine e non essere capace di stare sola. Allora soffre e soffre tanto. Ma esiste anche quella che chiamiamo solitudine positiva. Molte persone...

Leggi di più

Panico e Paura del coronavirus

• 14 Marzo 2020

Stare in casa è difficile, soprattutto da sole. In questo momento di grande paura può essere insopportabile. Lo sappiamo e stiamo lavorando a pieno ritmo per via telematica per...

Leggi di più

Le conferenze di Alia: Interpretare i sintomi

• 10 Febbraio 2020

La data della conferenza è rinviata alla fine dell’emergenza sanitaria COVID-19     Depressione, ansia, panico, ossessioni, somatizzazioni… Qualcosa vorrà dire! Cogliere il senso del malessere. Interpretare i sintomi...

Leggi di più

Le conferenze di Alia: Cos’è una psicoterapia. In cosa consiste, come funziona, quando e perchè

• 8 Febbraio 2020

La data della conferenza è rinviata alla fine dell’emergenza sanitaria COVID-19 ore 10.30-12.00 Cos’è una psicoterapia. In cosa consiste, come funziona, quando e perchè

Leggi di più

Le conferenze di Alia: Solitudini femminili

• 4 Gennaio 2020

sabato 8 febbraio 2020 ore 10.30-12.00 SOLITUDINI FEMMINILI Conferenza della dott.ssa Anna Castallo La solitudine è un’esperienza molto presente nel femminile, ma non tutte le donne la incontrano allo...

Leggi di più

Don Giovanni: inganno e seduzione. Il gioco e il dramma dell’amore

• 8 Dicembre 2019

Le psicoanaliste Alide Tassinari e Luisella Brusa presentano il libro Il principe nero. Don Giovanni, un sogno femminile sabato 11 gennaio ore 10.30 – 12.00 via Stoppani 12 Milano...

Leggi di più