Saperne di più

Per orientarsi nelle difficoltà legate all’essere donna oggi può essere utile ascoltare una conferenza, leggere un articolo, vedere un film, partecipare a un dibattito.

D: Ansia scolastica dei bambini. Che consigli avete?

• 19 Dicembre 2018 ,
R:

È un problema frequente e può avere diverse origini. Ora diciamo qualcosa solo su una di quelle possibili, che ha il vantaggio di essere facilmente risolvibile dalla madre, senza bisogno di portare il bambino da uno specialista. Molti sono i disturbi dei bambini che possono essere efficacemente risolti dalla madre, se ben consigliata. Più di tutti i disturbi d’ansia.

In genere il problema di ansia scolastica si manifesta con il rifiuto del bambino che non vuole andare a scuola senza saper dire bene perchè. Inventa malesseri o scuse che suonano strane e poco plausibili.

Spesso il problema viene dalla diffidenza che la mamma prova per l’ambiente scolastico. La sfiducia nelle maestre, nella loro capacità di gestire nel modo opportuno la vita della classe e le scaramucce tra i bambini, nella loro imparzialità di giudizio, nella sensibilità e attenzione delle maestre per le fragilità e le esigenze del piccolo, nella loro capacità di vedere e intervenire quando serve. Questa sfiducia della mamma, anche quando non è espressa a parole, è percepita dal bambino e dentro di lui si trasforma in ansia scolastica, che è l’ansia di avventurarsi ogni mattina in un ambiente insicuro e pieno di pericoli in cui non può contare su nessuno. Perché se la mamma non è si fida pienamente per il bambino questo significa che lì c’è un pericolo.

Se il caso è questo, il più delle volte è sufficiente che la madre tranquillizzi il bambino, prendendolo da parte e dicendogli seriamente e a parole chiare che è contenta che lui vada a scuola, perché lì ha molte cose da imparare e molti bambini con cui divertirsi. Basta che gli dica che lei sa che lui può contare sulle maestre per ogni problema. Se questa comunicazione è fatta nel modo giusto, con calma e convinzione, produce un risultato immediato. Le parole della mamma sono il rimedio più sicuro per i bambini in difficoltà.

Se non è questo il tuo caso e hai dei dubbi abbiamo creato lo spazio Maternità con la possibilità di inserirsi in un gruppo omogeneo di mamme o fare una consultazione psicologica con una nostra esperta di problemi dei bambini.


Essere mamme al tempo della scuola

• 15 Novembre 2019

Alle volte è la scuola che segnala un inciampo lungo il cammino di crescita del proprio figlio. Scuole elementari, medie o superiori si fanno cassa di risonanza dell’insorgenza di...

Leggi di più

Sofferenza al lavoro

• 20 Agosto 2019

Siamo da tempo entrati in una fase avanzata dell’organizzazione del lavoro in cui i gruppi di lavoro sono sottoposti a una pressione insopportabile.

Leggi di più

Perchè questo senso di vuoto, solitudine e disperazione?

• 11 Luglio 2019

Psicologia della solitudine L’animo femminile è più dolorosamente ricettivo al sentimento della solitudine. È frequente per le donne sentirsi sole, come attraversate da un sentimento di esilio, di lontananza....

Leggi di più

Psicoanalista, psicoterapeuta, psicologo, psichiatra, neurologo: quale differenza c’è?

• 10 Luglio 2019

  C’è una enorme differenza. Quando si sceglie un dottore per  problemi legati alla sofferenza psichica raramente si presta attenzione al titolo e alla qualifica, si va da qualcuno...

Leggi di più

Si può superare un tradimento?

• 22 Agosto 2018

L’investimento che una donna arriva a fare nell’amore può raggiungere una consistenza granitica, senza incertezze: è l’uomo della mia vita, lo amo, sarà per sempre. Per una donna l’incontro...

Leggi di più

Cos’è un esaurimento nervoso ?

• 15 Luglio 2018

ESAURIMENTO NERVOSO è una diagnosi caduta in disuso, eppure era molto utile per dare un nome a un fenomeno frequente. Ci sono persone particolarmente predisposte a dei crolli nervosi...

Leggi di più